“Dall’unione delle parole greche: “makros” e “bios”, ha origine il termine “macrobiotica”, il cui significato è letteralmente: lunga vita, grande vita, vita piena. E’ un’antichissima filosofia orientale, di 5000 anni fa, il cui orientamento di base è rappresentato da una visione olistica dell’uomo, dove ogni elemento è in equilibrio con gli altri, e per quanto riguarda il cibo, esso è considerato fondamentale per mantenere l’armonia tra la mente e il corpo.”

Esistono delle regole da osservare per avvicinarsi correttamente e consapevolmente ad una dieta di questo tipo:

  • evitare gli alimenti sofisticati o raffinati (trattati industrialmente)
  • preferire i cibi provenienti da coltivazioni e allevamenti “naturali” (senza additivi chimici, per le coltivazioni o per i mangimi)
  • eliminare lo zucchero, i dolci, le caramelle e il miele
  • preferire frutta e verdura di stagione, evitare frutti esotici e verdure surgelate
  • evitare patate, pomodori e melanzane
  • evitare latte e derivati
  • preferire il pesce alla carne, la quale va inserita raramente nell’alimentazione macrobiotica
  • non usare spezie e sale comune ma solo il sale marino allo stato naturale
  • masticare a lungo i cibi, per favorire la digestione e per apprezzare il reale sapore del cibo
  • eliminare il caffè, al suo posto è possibile introdurre dei surrogati, quali ad esempio il Jannoh (si ricava dall’unione tra frumento, soia, bardana e radici di tarassaco torrefatti), o ancora il Dendelio (ottenuto dalle radici di tarassaco e cicoria torrefatte)
Copyright 2018 Emanuele Laconi, P.IVA 03756590240, Policy Privacy
Powered by Gravity Media