A volte penso sia corretto fermarsi a guardare con occhio critico ciò che ci circonda. Nel passato i bambini giocavano all’aria aperta, cercavano i loro coetanei, c’erano relazioni, sguardi, emozioni e soprattutto si condividevano momenti.
Oggi anche un bambino si ferma davanti ad uno schermo per ricercare la tristezza delle emozioni nello scatto di una foto.
Chissà fisicamente cosa sarà di noi.

Write a comment:

*

Your email address will not be published.

Copyright 2018 Emanuele Laconi, P.IVA 03756590240, Policy Privacy
Powered by Gravity Media